Lavoro e Diritti

Contratto a termine, un segreto per gestirlo correttamente

3 Giugno 2024 - 10:37

-

109 visualizzazioni

Contratto a termine, un segreto per gestirlo correttamente

Paolo Ballanti

Il ricorso al contratto a termine richiede particolare attenzione da parte di datori di lavoro e professionisti a causa delle limitazioni imposte dalla normativa. Ecco un segreto spesso trascurato

La normativa italiana disciplina nel Decreto legislativo 15 giugno 2015 numero 81 il ricorso al contratto a tempo determinato, caratterizzato dall’apposizione di una data di scadenza raggiunta la quale il rapporto di lavoro si risolve naturalmente, senza necessità di particolari comunicazioni o adempimenti da parte del datore di lavoro e del dipendente.

L’apposizione di un termine al rapporto di lavoro, fa sì che il contratto si definisca "precario" a svantaggio principalmente dello stesso dipendente. Per questo motivo e in ragione del fatto che la normativa intende spingere i datori di lavoro verso l’utilizzo della forma contrattuale comune, individuata dallo stesso D.Lgs. numero 81/2015 nel rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, il legislatore ha posto una serie di limitazioni all’utilizzo del contratto a termine. [...]

Money

Questo articolo è riservato agli abbonati

Sostieni il giornalismo di qualità, abbonati a Money.it

Accedi ai contenuti riservati

Navighi con pubblicità ridotta

Ottieni sconti su prodotti e servizi

Disdici quando vuoi

Abbonati ora

Sei già iscritto? Clicca qui

Commenta:

foto profilo

Luca Anita-Morelli-158025

·

2 settimane fa

L’aumento dei contratti a termine in Italia è secondo me dovuto all’aumento dei freelancer in tutto il mondo, situazione favorita dal tele lavoro post covid.
Si tratta di un’opportunità interessante che però sta riplasmando il mondo completamente, quello lavorativo e di conseguenza quello contrattuale. Credo per il meglio perché con queste formule contrattuali e lavorative i professionisti non sono più sigillati a una scrivania ma hanno la libertà di scegliere di cambiare clienti e datori, i quali sono costretti a essere più corretti e attenti al lato umano del proprio business.

Money.it è una testata giornalistica a tema economico e finanziario. Autorizzazione del Tribunale di Roma N. 84/2018 del 12/04/2018.

Money.it srl a socio unico (Aut. ROC n.31425) - P. IVA: 13586361001

Termini e Condizioni